By
In Economia, Tech

Le app vivono il loro momento più brillante sia in termini di notorietà che di fatturato. Scopriamone le motivazioni

Le App sono diventati, indiscutibilmente il “nuovo media“. Secondo App Annie nel 2016 il volume d’affari delle app ha superato i 50 miliardi di dollari (registrando un +24% rispetto al 2015).
Ma facciamo un po di chiarezza e scendiamo nel dettaglio dei ricavi. Il mercato delle app è così suddiviso:

  • 58% Apple store
  • 38% Playstore di Google
  • 4% diviso tra Windows Store di Microsoft e le altre “offerte” Android (Amazon App Store, Blackberry World)

L’Apple store, nel solo 2016, ha venduto app per circa 29 miliardi di dollari, nel 2015 le vendite non hanno superato i 20 miliardi di dollari. Secondo le previsioni il 2017 sarà un anno ancora più redditizio per lo store della grande mela: si parla ci circa 60 miliardi di dollari…

Ma attenzione: le cifre sopracitate prendono in considerazione solo il transato cioè il denaro fatturato dalla vendita delle app all’interno dello store apple.

E qui viene in bello: il fatturato derivante dalla vendita di app è solo il 45%  del totale delle app scaricate. Dobbiamo, quindi, includere in questo conteggio anche gli introiti derivanti dalla raccolta pubblicitaria delle app gratuite.. quindi si fa presto a superare i 200 miliardi di dollari di giro d’affari per il comparto app economy…

Ma chiediamoci quali sono le motivazioni della crescita incredibile di questo mercato e, sopratutto, per quale motivo le cifre saranno, negli anni, sempre più alte.

E’ vero, recenti ricerche hanno dichiarato la saturazione del mercato delle app: “ormai non si scaricano più le app” dicono, in sintesi.

Ma in queste ricerche non si sono presi in considerazioni i paesi emergenti: Messico, Brasile, Turchia, Indonesia e Cina dove il mercato degli smartphone, e quindi delle app, non è ancora saturo.

Insomma le app sono, e saranno, un vero e proprio media in grado di scalzare persino “mamma” tv.

 

Recent Posts

Leave a Comment